lunedì, maggio 05, 2008

Non è un'omicidio casuale.


L'assassinio di Nicola Tommasoli da parte dei neofascisti veronesi non è un caso, nasce dalla mentalità violenta che è insita
e propria del pensiero fascista e di destra.Annichilire il nemico,che esso sia un omosessuale,un comunista,uno zingaro o uno semplicemente diverso, per questa accozzaglia di criminali nazifascisti è l'unico modo di far valere il vuoto umano ed ideale che è dentro di loro.Questi epigoni della violenza delle brigate nere repubblichine e della destra degli anni
70,quella proveniente dal MSI che ci ha regalato i fini e gli alemanno ora al governo ed anche marcello de angelis condannato per associazione sovversiva e banda armata, latitante e poi in carcere per tre anni, dal 1989 al 1992 eletto nelle Elezioni Politiche del 2008 tra i capilista del PDL nella lista della Camera dei Deputati in Abruzzo,ora si muovono tranquillamente nel tessuto urbano delle nostre città con l'appoggio,di fatto,di sindaci leghisti e di forze dell'ordine assenti o quantomeno dissattente.La mia brutta previsione,abbastanza ovvia,è che questi atti di violenza
avranno,prima o poi,una risposta dello stesso tenore per la gioia di tutti coloro che inneggieranno nuovamente agli opposti estremismi,al rischio del ritorno delle BR,dei gruppi di violenti della sinistra più radicale ecc ecc.
Faccio una proposta provocatoria:e se fosse proprio la sinistra più radicale a proporre delle ronde ... antifasciste,cosa leggeremmo sui giornali di tutti questi solidali benpensanti che sempre deprecano e condannano ma poi se ne lavano le mani?
Di seguito le violenze fasciste degli ultimi 3 anni,quelle conosciute,che dimostrano la ricerca continuata da parte dell'estrema destra dello scontro e dell'aggressione ai compagni ed alle istituzioni democratiche.

aggressioni fasciste nel 2007 ·
18 attacchi a sedi di centri sociali/sedi militanti
28 aggressioni a compagni, militanti, antifascisti, frequentatori di centri sociali, studenti
24 altre aggressioni (immigrati, omosessuali, testimoni di geova, ragazzi, ...)
44 Atti vandalici nazifascisti/danneggiamenti/scritte e minacce

aggressioni fasciste nel 2006 ·
29 attacchi a sedi di centri sociali/sedi militanti
35 aggressioni a compagni, militanti, antifascisti, frequentatori di centri sociali
24 altre aggressioni (immigrati, omosessuali, testimoni di geova, studenti, ragazzi, ...)
31 Atti vandalici nazifascisti/danneggiamenti/scritte e minacce
7 attacchi a sedi di partiti (6 del Prc, 1 dei socialisti)
1 attacco alla festa dell’Unità
1 aggressioni, minacce e vandalismi contro politici

aggressioni fasciste nel 2005 ·
19 attacchi a sedi di centri sociali/sedi militanti
30 aggressioni a compagni, militanti, antifascisti, frequentatori di centri sociali
7 attacchi a sedi di partiti/sindacati/ANPI
4 aggressioni, minacce e vandalismi contro politici e giornalisti
11 altre aggressioni (immigrati, omosessuali, testimoni di geova, ragazzini, ...)
3 atti vandalici
1 bomba in una moschea
1 incendio ad un campo nomadi
1 attentato ad una macelleria islamica
1 attacco ad una pizzeria albanese
1 devastazione sede arcigay
1 incendio ad una sede (cinema) di un’iniziativa antifascista

Gli elenchi sono tratti da:http://isole.ecn.org/antifa/

5 commenti:

Arzyncampo ha detto...

Finchè sarà legittimamente diffusa la consapevolezza che i furbi non pagano le loro malefatte non ci sarà speranza alcuna, a prescindere dal fascismo. Che dire dei criminali che ammazzano con l'auto guidando ubriachi? Di quuelli che lanciano sassi dai cavalcavia, di chi ammazza madre e padre ed esce di galera, di Izzo in semilibertà? Allora dico, pene certe e chiare. nessun inasprimento. solo chi è condannato sconti la pena intera, senza sconti. Anche se minorenne, per certi reati. Solo così la pena sarà un deterrente. Altrimenti entrare e uscire dal carcere è solo un temporaneo periodo da mettere in conto. Una medaglietta, addirittura.

Anonimo ha detto...

quoto il commento precedente.
certezza della pena per i criminali!
e nessuna attenuante ideologica.
caposkaw
www.caffenero.ilcannocchiale.it

Anonimo ha detto...

Daccordo sulla certezza della pena,la sinistra vera non ha mai fatto sconti ai delinquenti,anzi era dura persino con i propri appartenenti se uscivano dal seminato.

starlina ha detto...

E' giusto che questi 5 ragazzi scontino una pena esemplare e così tutte le persone che commettono dei crimini.
Vergogna x Fini che dice sono più gravi i fatti accaduti a Torino.
Se bruciare una bandiera è più grave di una vita stroncata a causa di niente siam messi proprio bene và..
-.-

Anonimo ha detto...

Bhà,quando sono gli extracomunitari a uccidere la sinistra ineggia il perdono,ma quando è qualcuno di destra allora si esige la certezza della pene.Patetici sinistroidi.
Regards