martedì, marzo 30, 2010

Odiare i mascalzoni è una cosa nobile.Quintiliano

Quando "il mascalzone" dice "la sinistra mi odia" dice,cosa rara,una giusta verità.
Io/Noi non siamo assolutamenti tenuti a non odiare il nostro nemico,non avversario,perchè chi cerca di distruggere la Democrazia a suo piacimento è un nemico e per lui non si deve provare nessun tipo di pietas,non va' scusato,perdonato,sopportato va conbattuto proprio con quei mezzi democratici che lui vuole eliminare.Resistere,combattere e ricrearsi imparando e sfruttando anche le lezioni che ci vengono proprio dai successi altrui.La Storia ci insegna che perdere una battaglia non è perdere una guerra,se l'antifascismo si fosse arreso ai primi insuccessi la storia dell'Italia sarebbe stata ,se possibile,ancora peggiore.Per cui tutta la sinistra deve trarre una lezione dagli ultimi avvenimenti elettorali e se Vendola stravince nonostante" baffetto" vorrà pur dire qualcosa.....a buon intenditore....

2 commenti:

angie ha detto...

4 donne (e chè donne) su... 23?
17,%: anche in questo siamo trooopppo avanti, come paese!

Carlo ha detto...

Angie,che fare?Non possiamo neppure tirare in ballo Lenin,diventiamo Buddisti?Ci ritiriamo nel privato?
Coltiviamo piante esotiche nel giardino di mammà?Ecco ho trovato:sopportare pazientemente la persone moleste e.....sperare che muoiano presto!
Carlo