mercoledì, marzo 23, 2011

Bombe democratiche,bombe dittatoriali....


Certo che è prendere una posizione sulla Libia è un bel problema.Stiamo coi ribelli col cuore e con il rigore della logica,chi lotta per la libertà e per la democrazia avrà sempre il nostro appoggio.Abbattere i dittatori sembra però diventato lo sport preferito di tutti quei paesi che fino a poco tempo prima li armava,ne deduco che c'è qualcosa che non quadra.Domanda retorica:democrazia o gas e petrolio?Gli interessi reali di alcuni paesi sembrano così evidenti e non sono certo l'"esportare"la democrazia e la libertà da lasciare spiazzati per il timore che il dopo sia persino peggio di Gheddafi&C.Io non so' che fine faranno i giovani rivoluzionari libici,come diceva qualcuno"fatte le rivoluzioni rimane il problema dei rivoluzionari"e di solito venivano eliminati nel nome di motivi superiori.Bombe democratiche,bombe dittatoriali,bombe sempre bombe e morte.Ma dentro di me non trovo alcun alternativa ad un'attacco militare,non mi sembra che Gheddafi sia uno di parola con cui si può trattare,avrebbe continuato a massacrare quella parte del suo popolo che gli si opponeva ed allora bisogna schierarsi,lasciando da parte i nostri sentimenti pacifisti e sapendo con certezza che un dopo di pace è solo una vaga speranza.
Dentro di me il dolore di dover difendere la violenza di una guerra mi riempe di lacrime e di ombre.
Ps: e per favore lasciamo stare i motivi umanitari.

2 commenti:

angie ha detto...

c'è chi pensa che siano stati armati proprio i "rivoluzionari", per fare in modo che i dittatori lasciassero il posto alla "democrazia" (ottenuta magari sperimentando anche nuove armi di guerra) per tutelare - in questo caso - interessi europei, anziché americani come nel caso di guerre precedenti!

Carlo ha detto...

Ciao Angie,io non so' che dire troppi interessi,più o meno occulti,troppe incognite ed alla fine il nostro modello democratico da "esportazione" sarà davvero il migliore e lo sarà anche per "altri"?
Il cuore ed i sentimenti sono bandiere arcobaleno,la razionalità mi dice altro e mi confonde.