venerdì, settembre 15, 2006

Fallaci


é morta la fallaci,pazienza,anzi debbo dire che non mi dispiace affatto.Ci sono nel mondo tanti altri esseri umani, morti dopo avere avuto una vita di merda,che valevano umanamente 1000 volte più di
lei e che nessuno ricorderà,bene oggi voglio ricordare loro,i loro drammi,la loro fame,il loro sangue innocente e non certo una pennivendola isterica al servizio dei neocon.
Voglio anche ricordare un contadino al suo servizio che dopo essere stato offeso dalla fallaci per lungo tempo un bel giorno, essendosi rotto i coglioni,le tirò un bel pugnone in bocca pareggiando i conti.Cito a memoria il "misfatto" del contadino da un articolo di Massimo Fini sul resto del carlino di un paio di anni fa'.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Sei un bastardo comunista, individualista più degli altri,ma solo per i fatti tuoi, w la Fallaci che ha avuto il coraggio di difendere la civiltà occidentale la quale,qualsiasi cosa si pensi, è ancora la migliore che menti umane abbiano mai prodotto, dove c'è libertà e dove anche tu, povero mentecatto puoi scrivere su un blog esprimendo la tua rivoltante opinione. Se la civiltà occidentale perirà forse non tu ma i tuoi figli e saranno obbligati a convertirsi all'islam e a seguire tutti i loro costumi primitivi e coattivi.VIVA LA LIBERTA' VIVA LA FALLACIE VIVA L'AMERICA, PER LA FACCIA TUA SPORCO ANACRONISTICO ESSERE EGOISTA

Carlo ha detto...

Ti ringrazio del commento,tu non hai idea del piacere che mi da'ricevere tali parole perchè aumentano in me e,penso in tanti altri compagni,la propria autostima facendoci comprendere la distanza umana,di intelligenza,di cultura che ci distingue da voi,un immenso grazie.Carlo

marco.inge ha detto...

ecco cio' che penso su Oriana e su LA Fallaci...
saluti

Andrij83 ha detto...

Per rispondere al primo commento, ti informo che nel Barein, dove c'è un sultanato e dove se provi a bere una birra ti impiccano per le palle il fenomeno dei blog è diffuso come in poche parti al mondo. Tra l'altro c'ho un amico cyber-antropologo che c'ha fatto la tesi su questa cosa, quindi prima di parlare almeno prova a conoscerle un pò le cose, altrimenti non ne parlare che ci fai più bella figura. Avere il diritto alla parola non significa usarla per sparare cazzate dalla mattina alla sera. Dopo questo sfogo, la Fallaci. Sinceramente il fatto che sia morta non mi ha toccato minimamente. Ormai era vecchia, arterosclerotica. Diceva e scriveva solo stronzate. Stronzate che lei in gioventù aveva sempre attaccato e accusato. In "UN UOMO" libro che ho amato e amo visceralmente c'erano intere invettive contro il "tremendo Leviatano, il gran mostro autoelettosi campione di democrazia, l'America" per citarla. Probabilmente non ha mai letto queste cose negli ultimi anni. Forse le ha solo rinnegate. Forse pensava che quello che scriveva 30 anni fa e oggi erano le stesse cose. Effettivamente il modo era quello, stessa arroganza, stesso sentimento di egocentrismo e megalomani. Tratti distintivi della Fallaci. Quello che più mi è dispiaciuto della sua morte è l'accostamento che più e più volte se ne è fatto col nome di Alekos Panagulis, che combattè e morì per restituire la libertà ad un Grecia offesa da un colpo di stato militare condotta dall'estrema destra col solito aiuto delgi Stati Uniti. Forse si sarà rivoltato nella tomba.
Per me la Fallaci è morta già da trent'anni. Questa che c'era oggi era una seminatrice d'odio per cui non si può provare neanche un briciolo di umana compassione.

Tra l'altro penso che prendendo spunto da questo commento farò un post.